La Mindfulness

A cosa serve?

(Di Fabiana Pefardo)

La mindfulness è, praticamente, una forma di meditazione, attraverso la quale imparare ad osservare senza giudizio ciò che accade nella propria vita, consentendo ai cambiamenti utili al proprio benessere di avvenire spontaneamente, senza resistenze o spinte.

La pratica costante della mindfulness, inizialmente guidata da un conduttore, attraverso un numero definito di incontri, individuali o di gruppo, della durata di circa due ore, si è dimostrata efficace nel ridurre lo stress, determinato da eventi, problemi da superare, conflitti,  fasi della vita, emozioni disturbanti, nell’intervenire sulle patologie correlate allo stress e nel promuovere mutamenti significativi riguardo ad atteggiamenti personali o a modi di percepire sé stessi e il mondo che risultano dannosi per il proprio benessere psicofisico.

 Praticare la mindfulness significa incrementare la consapevolezza di sé stessi nel quotidiano per poter riconoscere i segnali di stress e farne fronte in maniera differente.

Ci permette di evitare l’abitudine che abbiamo di catalogare gli eventi sperimentati  come “buoni” o “cattivi” e di apprezzare pienamente quanto accade. Spesso la nostra mente si perde in pensieri riguardanti il passato o il futuro, impedendoci di “gustarci” quello che succede in un preciso momento. La mindfulness ci permette di rimanere ancorati al presente e di vivere momento per momento la nostra vita.

Lascia un commento.